Home » Chi Siamo » Edoardo Galli
Condividi su  Facebook Condividi su  Twitter Consiglia la pagina

Edoardo Galli

Dati Biografici

Architetto paesaggista Edoardo Galli inizia la sua attività professionale nel 1995 in collaborazione con Maurizio Ciarapica con cui ha fondato lo lo Studio Vegetazione e Paesaggio.

In questi anni gli ambiti di studio si sono sviluppati nella costante ricerca di soluzioni paesaggistiche di qualità per interventi in ambito pubblico e privato.

Ha progettato e realizzato numerosi giardini e parchi pubblici e privati sia a Roma che nel resto d'Italia, collaborando con studi di progettazione architettonica e di ingegneria.

Nel 2009 con la Federazione Italiana Nuoto ha progettato e realizzato le sistemazioni paesaggistiche per le strutture edilizie per i Mondiali di Nuoto del 2009. Nello stesso ambito ha progettato le sistemazioni esterne per il Palasport dell'EUR di Roma.

Con la Federazione Italiana Judo Karate e Arti marziali, ha realizzato interventi di riqualificazione paesaggistica nell'area del PalaFIJLKAM di Ostia.

Con il Comune di Roma ha progettato e realizzato interventi nelle aree previste per i P.V.Q. (Punti verdi qualità) in particolare per le aree di Via di
Decima, Spinaceto, Labaro e San Basilio.

Dal 2005 ha sviluppato particolari competenze come consulente per grandi opere pubbliche. In questo ambito sono state progettate, per esempio, opere di inserimento paesaggistico per l'autostrada Sassari-Olbia, per la superstrada Orte-Viterbo, per gli ampliamenti della Via Cristoforo Colombo a e Via Boccea a Roma (Impresa Marziali Costruzioni).

Dal 2006 sono state avviate attività di consulenza per imprese ed operatori del verde nella redazione di elaborati per gare di appalto nazionali (Napoli, Milano Viareggio e Bologna).

Ha sviluppato particolari competenze negli interventi a verde in aree marine studiando analizzando e adottando moduli vegetazionali consolidati nel litorale laziale e toscano. Tali studi hanno consentito di realizzare interventi come, ad esempio, il lungomare di Ponente ad Ostia, la progettazione per il master plan definitivo per il lungomare di Fregane e interventi edilizi a Fiumicino, Sabaudia, Latina Scalo, Porto Ercole, Viareggio ecc. oltre che realizzazioni in ambito demaniale ma a gestione in convenzione (Stabilimenti balneari di Ostia, Fregene e Argentario).

In collaborazione con diversi studi di ingegneria sono stati sviluppati piani di intervento a verde per Piani di Zona come ATO 40 a Roma (Infernetto) e Piani Urbanistici Integrati (PRINT) di Ciampino e Acilia, e la riqualificazione ambientale delle lottizzazioni ATER a Primavalle.

Dal 2005 ha sviluppato un'attività di consulenza e progettazione paesaggistica operando nella ricerca mirata alla compatibilità paesaggistica degli interventi edilizi in aree vincolate (in attuazione dell'Art. 1 del D.P.C.M. del 12.12.2005 in materia di valutazioni paesaggistiche) analizzando interventi di mitigazione e di compensazione ambientale attraverso l'uso di moduli vegetazionali in massima parte autoctoni. Tali analisi sono state sviluppate per interventi a Roma nella Regione Lazio, in Toscana, Emilia-Romagna e Umbria.

Dal 2001 in collaborazione con Alessandro Trosi e il WWF Italia, ha progettato e realizzato sistemazioni in aree naturalistiche protette (Macchiagrande, Macchiantonda ecc.) e nel 2011 ha progettato e realizzato sistemi di arredo e informativi per il Bosco S.Egidio a Soriano al Cimino (VT) una tra le più importanti e vaste aree naturalistiche protette italiane, aperte al pubblico ed a gestione privata.

In tale ambito conduce attività di volontariato sia per persone portatrici di handicap (Cooperativa Zoe di Roma) con cui ha organizzato a più riprese incontri didattico-sensoriali in aree verdi di Roma (Marcigliana, Insugherata ecc.), e in collaborazione con la Provincia di Roma (dal 2007 al 2009) ha contribuito alla promozione della Campagna per le Fattorie Sociali sulla valorizzazione e conoscenza delle attività agricole dedicate ai bambini delle scuole elementari. Con l'ex XIII Municipio ha inoltre effettuato incontri con scolaresche del territorio ostiense, per sviluppare la conoscenza della macchia mediterranea del litorale laziale.

Alcune sue realizzazioni sono apparse su riviste e periodici come per esempio la rivista a diffusione internazionale "Mediterranean Garden" e "Il Giardino".

Chiedi informazioni Stampa la pagina