Home » Servizi e consulenze » Consulenza alle imprese » Gare d'appalto » Comune di Guidonia (Roma) Parco Valle del Teatro
Condividi su  Facebook Condividi su  Twitter Consiglia la pagina

Comune di Guidonia (Roma) Parco Valle del Teatro

Anno 2017 (GARA AGGIUDICATA) - In corso

Gara d'appalto per realizzazione di un parco urbano nel Comune di Guidonia (Roma) - Parco valle del Teatro

OBIETTIVI DEL PROGETTO

Valorizzare i temi della vivibilità urbana, dell'innovazione e della sostenibilità nell'ambito della progettazione del paesaggio urbano e degli spazi pubblici; sviluppare la fase progettuale "dal basso" coinvolgendo i cittadini con l'intento di rispondere alle loro esigenze-problematiche e prevedere una fruizione innovativa e reale del territorio urbano; favorire una sinergia pubblico - privato nella progettazione, attuazione e successiva gestione per valorizzare gli spazi pubblici; favorire la diffusione di un senso civico che porti alla condivisione ed alla manutenzione degli spazi pubblici della città da parte dei cittadini. L'iniziativa parte dalla convinzione che quando un luogo è riqualificato secondo scelte che sono suggerite "dal basso", si stimola nella gente il desiderio di rispettarlo e di tenerlo in un buono stato di manutenzione.


CRITERIO I


Proposta tecnico-organizzativa relativa alla minimizzazione impatti di cantiere
Utilizzo di dotazioni impiantistiche e mezzi d'opera atti a consentire il minimo impatto sul contesto urbano (vibrazioni, rumori, inquinamento ecc,);

II contenimento temporale e fisico delle aree di cantiere nel'ottica di ridurre l'impatto sulla sosta e sull'agibilità dei luoghi interessati; L'adozione di recinzioni di qualità con pannelli di comunicazione ai cittadini sulle finalità e obiettivi dell'intervento.


CRITERIO 2


Proposta relativa al miglioramento del valore tecnico ed estetico delle opere progettate
Creazione di un'area cani recintata con le apposite attrezzature e materiali (sabbia, fontanella, arredi ecc.);
Creazione di un percorso naturalistico-botanico sulla macchia mediteranea con finalità didattica e informativa. Tale intervento prevede la piantumazione di essenze mediterranee in larga parte autoctone o stabilmente inserite nel contesto territoriale, nelle associazioni tipiche del sistema vegetazionale di riferimento.

Tale percorso verrà corredato con pannelli esplicativi ed informativi;
(condivisione delle scelte con la cittadinanza);
Creazione di area dedicata ad un giardino sensoriale. Tale area verrà attrezzata con essenze atte alla stimolazione sensoriale anche per persone non-vedenti e/o portatrici di handicap.
Lo spazio sarà inoltre preservato da apposito siepe perimetrale e da recinzione di qualità (condivisione delle scelte con la cittadinanza);
Creazione di un Percorso fitness con 5 stazioni;
Creazione di nuovi percorsi pedonali per una maggiore fruibilità dell'area;
Fornitura di giochi anche per bambini diversamenti abili (condivisione delle scelte con la cittadinanza);
Fornitura di una colonnina SOS.
Utilizzo di sistemi dunali perimetrali arbustizzati sia nelle aree di confine del Parco, sia nei perimetri di aree interne. Tali rialzi in terra consentono l'intimizzazione degli spazi, la barriera ai rumori
del traffico veicolare, il miglioramento della percezione del Parco stesso consentendo una maggiore varietà formale con ambiti sempre diversi e vari.


CRITERIO 3

Qualità dei materiali
Adozione di essenze arboree in parziale sostituzione di quelle da frutto con riferimento alle caratteristiche botaniche del territorio: sughera, olmo, acero, quercia, cipresso, ecc.
Adozione di essenze arbustive in larga parte autoctone. Tale scelta oltre che per la qualità estetica è finalizzata all'ottenimento di una maggiore facilità di manutenzione e a l'uso di una minore
quantità di acqua;
Utilizzo di miscuglio di semi per le aree a prato a basso tenore manutentivo e ridotta necessità di acqua;
Adozione di nuovi sistemi di pavimentazione col fine di garantire ai fruitori del Parco il controllo delle polveri e in generale una maggiore pulizia;
Miglioramento delle tipologie di arredo anche con l'adozione di nuovi materiali. Saranno inoltre predisposte staccionate di confine.



Chiedi informazioni Stampa la pagina